Farindola

Informazioni

Sindaco: Ilario Lacchetta
Abitanti: 1 551
Coordinate: 42°27′N 13°49′E
Altitudine: 530 m s.l.m.
Comuni Confinanti: Arsita (TE), Castel del Monte (AQ), Montebello di Bertona, Penne, Villa Celiera

Numeri Utili

Indirizzo: Piazza Giuseppe Mazzocca 1 65010 Farindola PE
Sito Web: Link
Tel: 085 823131
Fax: 085 823384
Ente Parco Nazionale: 0862 60521
Centro Servizi: 085 823133

 

Come Arrivare

A 6.2 km da Montebello di Bertona, a 7.7 km da Villa Celiera. A14, uscita Città Sant’Angelo, proseguire sulla SS 151, seguendo le indicazioni
Per raggiungere Farindola volendo proseguire il nostro tour, basta ridiscendere da Roccafinadamo alla Contrada Trofigno, tornare indietro lungo la S.S. 81, passando poi per la frazione Cupoli si arriva nel centro di Farindola.

Storia

L’abitato di Farindola giace ad andamento digradante lungo uno sperone collinoso che si affaccia sulla vallata dell’alto fiume Tavo, in contrapposizione all’ingresso di Valle d’Angri. La disposizione fa comprendere come il Castello di Farindola, situato sul punto più alto dell’abitato attuale, avesse una collocazione strategica particolarmente adatta alla difesa del suolo. Il tessuto urbano prende i suoi connotati dalla natura del sito con percorsi irregolari ed offre al visitatore vedute suggestive, tra angusti vicoli aperti e ciechi, tra case edificate in pietra (oggi per lo più celate da inopportuni intonaci). Le abitazioni conservano ancora qualche particolare architettonico degno di nota come mensole in pietra scolpite, travature in legno di quercia. Le viuzze tortuose e in forte pendenza si collegano alle altre strade, superando il dislivello per mezzo di ripide e caratteristiche scalinatelle. In alcune vecchie case ci sono ancora ambienti di antichi forni comunali. L’abitato, visto dalle colline a sud est, si staglia sulla montagna, la vera anima di questa caratteristica cittadina 1. Nel centro del paese vi è il Centro Direzionale Scientifico del Parco del Gran Sasso e Monti della Laga che presenta il Centro Visite con il Museo del Camoscio d'Abruzzo e l'Osservatorio di Geologia. Il toponimo deriva dal termine fara, termine longobardo che sta a indicare un raggruppamento di persone, guerriari, famiglie e servitori che al tempo della dominazione longobarda siinsediarono sul territorio. Il paese ebbe il suo momento di gloria nel periodo rinascimentale, quando fu conteso da L'Aquila e Penne. Nel 1522, essendo un castello di quest'ultima cittadina, su concessione di Carlo V entrò a far parte dei feudi di Margherita d'Asburgo che divenne baronessa di Farindola e Montebello di Bertona, passando poi ai Farnese, che la tennero fino al 1731. Con la morte dell'ultimo duca Farnese il feudo tornò nel Demanio del Regno di Napoli. Posto sulle colline dominanti la vallata del fiume Tavo, il paese conserva ancora la sua struttura medievale.

Attrazioni principali

NomeDescrizioneVia TelefonoSito Web
LUOGHI
Oasi Naturale del Camoscio
Rigopiano
Valico di Vado di Sole
Parco Nazionale Gran Sasso – Monti della Laga
Cascata Vitello d'Oro
Grotta di Santa Lucia
Palazzo Farnese
CHIESE
Chiesa di San Nicola di Barisal. Della Chiesa 1085 8236322

 

Ristoranti

Nome ViaLocalità TelefonoAltro
Di RoccoC.Da Scannella Inf., 1Loreto Aprutino085 8289144
Ristorante SagittariusCtr.Colle Cavalieri, 20Loreto Aprutino085 8289345
Ristorante Acconciamessa ZopitoContrada Belvedere, 9 Loreto Aprutino085 8289178 - 085 8289134
La Locanda del BaioVia Baio, 21Loreto Aprutino085 8290674
Ristorante CarmineContrada Re Martello, 1Loreto Aprutino085 8208553
Ristorante Il CasolareContrada Fiorano, 85Loreto Aprutino085 8290263
Ristorante Il Melo RossoContrada Collefreddo, 22Loreto Aprutino085 8290122
Ristorante New EvoVia Pretara, 9Loreto Aprutino085 8290665
Ristorante Tre PiattiContrada Farina, 2Loreto Aprutino085 8289127
La BilanciaContrada Palazzo, 11Loreto Aprutino085 8289321 - 085 8289610

 

Contattaci