Loreto Aprutino

Informazioni

Sindaco: Gabriele Starinieri
Abitanti: 7 540
Coordinate: 42°26′05″N 13°59′01″E
Altitudine: 307 m s.l.m.
Comuni Confinanti: Catignano, Civitaquana, Civitella Casanova, Collecorvino, Moscufo, Penne, Pianella, Picciano

Numeri Utili

Indirizzo: Via Martiri Angolani n. 4, 65014 Loreto Aprutino PE
Web site: Link
Tel: 085 829401
Fax: 085 8291392
Polizia Municipale: 085 8291160
Informazioni Turistiche: 085 8290213

Come Arrivare

A 5 km da Collecorvino,a 5.1 km da Picciano.A14, uscita Città sant’Angelo. Proseguire sulla SS16bis e quindi SS 151,seguendo le indicazioni.

Storia

Il borgo fu fondato nell'VIII secolo d.C. dai Longobardi e successivamente fu ampliato dai Normanni. L'abate Romano del monastero di San Clemente a Casauria nell'872 ebbe il feudo, e vi costruì il monastero di San Pietro. Nel Catalogus Baronum risulta che nel 1168 il feudo fu del conte locale Gozzolino. Nel 1252 Corradino di Svevia concesse a Federico di Antiochia la possibilità di possedere il castello di Loreto. Nel 1271 però passò agli Angioini. In epoca trecentesca il castello passò nelle proprietà delle famiglie D'Aquino, D'Avalos, Caracciolo e Chiola, fino all'Ottocento, quando con l'unità d'Italia cambiò nome da Castrum Laureti in quello attuale con riferimento all'Aprutino Pescarese. Nel 1429 Giovanna Il D'Angiò concesse al feudo la possibilità di allestire fiere in onore dell'Assunzione. In periodo rinascimentale il borgo viene restaurato, specialmente le chiese e il castello, che si fregiano degli stucchi e degli abbellimenti della scuola di scultura di Atri, evidenze presenti soprattutto nei campanili a cuspide. Il castello è trasformato in palazzo baronale. Nel 1634 il borgo venne diviso in quartieri, con le relative porte di accesso: San Pietro, San Biagio, San Francesco a Sant'Antonio. Nel 1657 la popolazione fu decimata dalla peste. Nel 1709 viene istituita uufficialmente la festa patronale di San Zopito. Le reliquie erano venerate nella chiesa di San Pietro. Nel 1806 Napoleone Bonaparte conquistò parte del regno di Napoli, e munì così, per mano di Gioacchino Murat, le vecchie mura di Loreto. L'opera fu affidata a Giovanni Sermetre. Dopo l'Unità d'Italia, il borgo, che si chiamava solo "Loreto", per non far confusione con il comune marchigiano, venne arricchito dell'aggettivo "Aprutino", in riferimento all'olio di oliva locale. Durante la seconda guerra mondiale, il borgo subì un bombardamento circostante, e venne danneggiata la chiesa di San Biagio. Attualmente il borgo è stato restaurato, e mantiene la propria economia sul settore agricolo e vinicolo, e sul turismo. Infatti è uno dei "Borghi più belli d'Italia".

Attrazioni principali

NomeDescrizioneVia TelefonoSito Web
MUSEI
Musei Civici di Loreto Aprutino Ceramiche di Castellivia Degli Aquino 14085 8291589 Link
Museo dell'Oliovia C.Battisti 085 8291589
CHIESE
Chiesa Santa Maria in Piano via S. Maria in Piano 085 8292124
Chiesa di San Pietro Apostolovia Baio 35085 8291113
Chiesa di Santa Maria di Recepto
Chiesa di San Biagio
Chiesa di Sant'Antonio
Chiesa di Santa Maria delle Grazie
Chiesa di San Giuseppe

 

Ristoranti

Nome ViaLocalità TelefonoAltro
Di RoccoC.Da Scannella Inf., 1Loreto Aprutino085 8289144
Ristorante SagittariusCtr.Colle Cavalieri, 20Loreto Aprutino085 8289345
Ristorante Acconciamessa ZopitoContrada Belvedere, 9 Loreto Aprutino085 8289178 - 085 8289134
La Locanda del BaioVia Baio, 21Loreto Aprutino085 8290674
Ristorante CarmineContrada Re Martello, 1Loreto Aprutino085 8208553
Ristorante Il CasolareContrada Fiorano, 85Loreto Aprutino085 8290263
Ristorante Il Melo RossoContrada Collefreddo, 22Loreto Aprutino085 8290122
Ristorante New EvoVia Pretara, 9Loreto Aprutino085 8290665
Ristorante Tre PiattiContrada Farina, 2Loreto Aprutino085 8289127
La BilanciaContrada Palazzo, 11Loreto Aprutino085 8289321 - 085 8289610

 

Contattaci