Salle

Informazioni

Sindaco: Maurizio Fonzo
Abitanti: 316
Coordinate: 42°10′37.34″N 13°57′34.52″E
Altitudine: 470 m s.l.m.
Comuni Confinanti: Bolognano, Caramanico Terme, Corfinio (AQ), Pratola Peligna (AQ), Roccacasale (AQ), Sulmona (AQ), Tocco da Casauria

Numeri Utili

Indirizzo: Piazza Beato Roberto 65020 Salle (PE)
Sito Web: Link
Tel: 085 928138
Fax: 085 928149

 

Come Arrivare

N/D

Storia

Salle è un piccolo centro di circa 400 abitanti alle falde del Morrone. A seguito del rovinoso terremoto del 25 Maggio 1915 e di quello del 1933, che ebbe come epicentro proprio la zona della Maiella, l’antico abitato di Salle Vecchia posto a 520 m. di quota fu abbandonato a beneficio di un altro insediamento abitativo costruito a tempo di record che prese il nome di Salle Nuova. Il territorio comunale ha un’estensione di 21,61 Kmq. Il paese è addossato al monte Morrone e grazie anche a questa posizione riceve abbondanti precipitazioni nevose. Il territorio di Salle ha restituito la presenza di due tombe databili tra il VI ed il V secolo a.C. . In località Diana – Cimitero Vecchio, sono stati rinvenuti resti di abitato antico ed in località Peschio della Valle una necropoli di probabile origine italica . Ciò attesta la frequentazione dei luoghi . Le prime fonti storiche scritte su Salle, invece, risalgono alla fine del X secolo e ci vengono fornite dal Chronicon Casauriense nel 990 d. C (nel quale Salle appariva come uno dei domini di Caramanico). Altre citazioni di Salle le troviamo a proposito della chiesa di Santa Maria di Salle. Il termine “Salle” deriverebbe secondo alcuni 1 dalla voce gallo – romana “salla”. Questo termine starebbe ad indicare una curtis, una grande casa rustica, sala, utile per la raccolta delle derrate, ma anche un luogo di riunione ove eventualmente prendere decisioni. Nel XIII – XIV secolo vi è la figura di Roberto di Salle (1273 – 1341), discepolo prediletto di Pietro da Morrone , che nel 1294 rifiutò la porpora cardinalizia. Il beato Roberto di Salle preferì la vita ascetica e, si dedicò anche all’organizzazione dell’Ordine Celestiniano, di cui fu Priore nel 1311, il suo corpo è conservato nella chiesa parrocchiale di Salle e la sua festa religiosa è sentitissima dalla popolazione. Nel 1456 vi fu un terribile terremoto che rase al suolo Tocco da Casauria, ma che fece danni anche a Salle; a queste devastazioni si aggiunsero quelle non meno violente dovute alle lotte intestine tra Angioini ed Aragonesi. Salle fu dapprima dominio del Monastero di S. Clemente a Casauria , poi fu feudo dei Colonna (Prospero nel 1508, Vespasiano nel 1524 , Isabella nel 1529), dei Gonzaga (Vespasiano nel 1571 , Isabella nel 1592), dei Carafa nel 1637 , dei D’Aquino nel 1640 , ed infine del barone De Genua /Genova dal 1646 fino all’eversione della feudalità.

Attrazioni principali

NomeDescrizioneVia TelefonoSito Web
LUOGHI
Museo Medievale BorbonicoSalle vecchia 085 928265
CHIESE

 

Ristoranti

Nome ViaLocalità TelefonoAltro
Ristorante La TelefericaVia Passolanciano, 14 Lettomanoppello085 8579011
La Locanda Della Pietra CarrataVia Passolanciano, 22 Lettomanoppello085 8570728
Trattoria L'IconicellaVia Passo lanciano, 8Lettomanoppello085 8579016

 

Contattaci