San Valentino in Abruzzo Citeriore

Informazioni

Sindaco: Antonio Saia
Abitanti: 1 933
Coordinate: 42°14′N 13°59′E
Altitudine: 450 m s.l.m.
Comuni Confinanti: Abbateggio, Bolognano, Caramanico Terme, Scafa

Numeri Utili

Indirizzo: Via Fiume, 4 - 65020 San Valentino in Abruzzo Citeriore (PE)
Sito Web: Link
Tel: 085 8574131
Fax: 085 8574332

 

Come Arrivare

N/D

Storia

Il Paese è posto su di un colle ad una altitudine di 457 metri sul livello del mare. Il paese è situato sulla sponda meridionale del fiume Pescara, tra i fiumi Orta e Lavino . Il comune ha 1.900 abitanti ed ha un’estensione di 16,35 Kmq. . Il terreno è rigoglioso ed offre la possibilità di coltivare il sorbo, la vite, l’olivo e gli alberi di frutta, ma vi è anche il gelso, che in passato ha favorito l’allevamento del baco da seta. Una parte del territorio comunale è ricompreso nella “Riserva Naturale della Valle dell’Orta” (1989) . La zona risulta frequentata anche in epoche remote: in contrada Piano Oro sono stati individuati reperti paleolitici dell’Acheulano, mentre frammenti di ceramica dello Eneolitico sono stati individuati nell’area della Liscia, ove è stato rinvenuto un tratto di strada romana , probabilmente corrispondente al versante destro dell’antica strada romana che attraversa Bolognano e l’antico ponte romano sull’Orta. Pitture rupestri, infine, sono state segnalate nelle grotte Callarelli, Riparo, Grotta del Gatto . In contrada S. Angelo è stata individuata una necropoli protostorica 1. Tale necropoli risulta utilizzata anche in epoca romana (vedi epigrafe di “L. Spedius Rhodinus”). Sempre della stessa epoca appare la strada antica (“la via per Chieti”), emersa nella contrada Cannafischie – S. Giovanni . In località Strada per Cerrone nel 2002 , sono stati rinvenuti i resti di un insediamento rustico romano. Della stessa epoca i resti di abitato romano rinvenuto in località Trovigliano . sempre nella stessa località sono state rinvenute dei resti di sepolture tardoantiche o longobarde con i frammenti di braccialetti in bronzo, tre orecchini in oro, cinque anelli2. Altri resti di epoca romana sono stati rinvenuti in località Villa Mena o Bellamino (resti di villa romana), ed in località Tre Croci (resti di villa o fattoria romana con “celle olearie” ad 1 Km. da S. Valentino, con annessa necropoli segnalata dal rinvenimento del cippo funerario di “L. Vibio Primogene”). Un illustre studioso da poco scomparso3 a proposito di epigrafi, evidenzia come la zona abbia restituito delle importanti epigrafi: l’epigrafe funeraria “Varia Irma” a Scagnano, l’iscrizione “Pagi Ceiani” a Solcano, presso la vicina fonte Almone. Sempre a Solcano si cita anche il rinvenimento dei resti dell’abitato altomedievale della “Curtis de Solcano” menzionata nel 968 tra le dipendenze benedettine di S. Clemente a Casauria. Nell’ambito di questa “Curtis” veniva ricompreso anche l’insediamento di Turrivalignani.

Attrazioni principali

NomeDescrizioneVia TelefonoSito Web
LUOGHI
Museo delle AmbreVia Cupeli 10360 612307
Duomo
CHIESE
Chiesa di San Donato
Convento degli Agostiniani

 

Ristoranti

Nome ViaLocalità TelefonoAltro
Ristorante La TelefericaVia Passolanciano, 14 Lettomanoppello085 8579011
La Locanda Della Pietra CarrataVia Passolanciano, 22 Lettomanoppello085 8570728
Trattoria L'IconicellaVia Passo lanciano, 8Lettomanoppello085 8579016

 

Contattaci